Rotterdam

12 settembre 2015

Tra ponti, canali e case cubiche

Rotterdam, seconda città d’Olanda, è il simbolo di un’eccezionale rinascita dalle ceneri. Nei suoi anni di vita la città è stata distrutta da inondazione e guerre, che l’hanno costretta a cambiare aspetto più volte nel corso dei secoli. Oggi appare con un volto degno di una grande metropoli, dove ogni spazio è pensato e disegnato per essere vissuto. Un pregio questo che allontana Rotterdam dalla rotta delle città metropolitane che conosciamo.

Se è la prima volta che mettete piede in una città olandese, forse l’effetto su di voi sarà di immenso stupore, perché Rotterdam, al pari delle città sue connazionali, porta fiera sul suo volto lo spirito mercantile che ne ha animato la fondazione. Qui risiede il più grande porto d’Europa, che fino al 2004 era anche il più frequentato del mondo.

La cittadina olandese, che conta appena 618.000 abitanti, appare dall’alto come un groviglio di strade squarciate dal fiume Nieuwe Mass, che divide nettamente la zona urbana settentrionale da quella meridionale. Il tessuto urbano è inframezzato da una serie di canali, che hanno reso necessaria la costruzione di ponti per connettere fra di esse le varie porzioni cittadine.

case-cubiche-rotterdam

A Nord del Nieuwe Mass è situato il cuore nevralgico della città. Lo skyline, che risente massicciamente della costruzione postuma alla seconda guerra mondiale, si presenta con alti grattacieli, spettacolari dal punto di vista architettonico. Delftse Poort, della compagnia ING group, è il grattacielo più alto dei Paesi Bassi con i suoi 151 metri di altezza.
Da non perdere, le Kubuswoningne, le case cubiche di Piet Blom, edifici dalla singolare struttura situati nel quartiere di Blaak.

La costruzione della città risale al 1150, quando una diga venne apposta al fiume Rotte (da cui il nome) per proteggere la zona colpita precedentemente da violente inondazioni.
Con il progressivo sviluppo quello che era un semplice canale navigabile divenne una delle vie del commercio più importanti, per l’Inghilterra e per la Germania. Rotterdam fu una delle sei Camere olandesi fondatrici della Compagnia Olandese delle Indie Orientali.

La città subì un duro colpo durante la seconda guerra mondiale, quando i bombardamenti della Luftwaffe, l’aeronautica militare nazista, distrussero quasi interamente il centro storico.
Dopo la guerra si cominciò a ricostruire, ma si dovrà aspettare il 1980 per l’avvio di una politica architettonica coraggiosa, che ha formato lo skyline attuale, rendendo la città più vivibile grazie alla costruzione di parchi e zone verdi.

Trai simboli della città nuova, da visitare, oltre alle caratteristiche case cubiche, c’è lo splendido Bibliotheektheater, una biblioteca pubblica dalla forma architettonica ultramoderna. Per un tuffo nel lontano passato, si può raggiungere la chiesa di San Lorenzo da Rotterdam, sopravvissuta ai bombardamenti tedeschi. La chiesa fu edificata nel 1525 con un progetto di Hendrick de Keyser, e abbracciò la riforma protestante.

erasmusburg-rotterdam

La struttura urbana di Rotterdam è contraddistinta dalla presenza di numerosi ponti, alcuni dei quali meritano l’attenzione dei visitatori. Tra questi, il ponte De Hef, il primo ponte ascensore costruito in Europa. Inserito tra le opere del patrimonio nazionale ed attualmente in disuso, serviva per il passaggio del traffico ferroviarie.
Un altro ponte caratteristico è Erasmusburg, la cui forma ricorda il collo di un cigno. Lungo 800 ed alto 139 metri, è sorretto da 32 cavi in acciaio e collega la parte nord della città con quella sud.

Rotterdam è anche città di musei. Tra i vari, merita una visita il museo Marittimo, che racconta le origini e la storia del porto della città.
Le attrazioni non si fermano all’architettura e alla cultura. Locali e divertimento non mancano, con un’impennata negli ultimi anni della movida notturna.
Questa è Rotterdam: architetture avvenenti con ponti ed edifici spettacolari, che fanno da sfondo ad una città che ha avuto la forza di sollevarsi e ricostruirsi. Una città che mostra come grandi edifici possano sposarsi con il territorio e con la vivibilità dei suoi abitanti.

Hotel per Rotterdam

Trova tariffe economiche | Confronta centinaia di alberghi lowcost