Torino

13 settembre 2015

Bellezze architettoniche, misteri e pragmatismo

Magica, austera ed elegante, Torino, capoluogo del Piemonte, è una città che si fa scoprire poco a poco, conquistando il turista curioso con il suo fascino discreto. Nelle strade cittadine convivono armoniosamente stili architettonici apparentemente agli antipodi, in un perfetto connubio di tradizione e progresso, mistero e pragmatismo. Gradevole durante tutto l’anno, dà il meglio di sé nella tarda primavera.

Nobile, fiera, misteriosa, Torino accoglie i suoi ospiti con la solenne livrea di una nobildonna che ha vissuto i fasti di un grande passato. Prima capitale del Regno d’Italia e centro del potere sabaudo, la città dispiega un’inesauribile sequela di bellezze architettoniche di matrice barocca che si insinuano armoniosamente tra i palazzi in stile liberty.

Il suo momento d’oro ha inizio nel 1600, quando insigni architetti ne ridisegnano la configurazione, consegnando alla storia monumenti, chiese, piazze e palazzi di inestimabile valore. Ne sono testimonianza la vivace piazza San Carlo, su cui si affacciano le chiese di San Carlo e Santa Cristina, e, più avanti, Palazzo Carignano e Palazzo Madama, concepito quest’ultimo dalla fervida mente dell’architetto Juvarra. Tra i tanti capolavori, spicca anche la cupola della chiesa di San Lorenzo, opera di un altro celebre architetto dell’epoca, Guarino Guarini. Alla periferia della città meritano una visita la Palazzina di Caccia di Stupinigi e la Reggia di Venaria Reale, gioielli architettonici che hanno contribuito alla sua fama.

Simbolo della città è la possente Mole Antonelliana, concepita con una tecnica architettonica decisamente audace per l’epoca ottocentesca. Iniziata dall’architetto Alessandro Antonelli nel 1863, venne portata a termine dal figlio Costanzo nel 1889 e ad oggi rimane l’edificio in muratura più alto di tutta Europa: ben 167 metri e mezzo di incommensurabile bellezza. Al suo interno è ospitato il prestigioso Museo del Cinema, che, attraverso immagini e strumenti professionali, ripercorre le tappe salienti della storia del cinema. Periodicamente vi si svolgono mostre ed eventi a tema, che hanno contribuito a renderlo uno dei poli culturali più visitati d’Italia. Non è un caso se la città è diventata set di numerose produzioni cinematografiche di successo. Qui Dario Argento ha girato numerosi capolavori horror, complice la nebulosa atmosfera noir che aleggia per le strade cittadine.

Torino, definita “città magica”, conserva affascinanti reperti, che non hanno mai del tutto svelato i loro segreti. Dal celeberrimo Museo Egizio, uno dei più importanti del mondo, alla Sacra Sindone custodita nel Duomo, meta di pellegrinaggi non solo di matrice religiosa, fino alla dimora che ha dato i natali a Gustavo Rol, sensitivo di fama internazionale, il cui salotto era frequentato da personaggi del calibro di Federico Fellini e Giovanni Agnelli.

La veste rigorosa e misterica convive con un pragmatismo che non ha rivali. Torino è stata città industriale per eccellenza, depositaria di realtà industriali che hanno fatto la storia del nostro paese, prima fra tutte la Fiat. Il Lingotto ne è la testimonianza più significativa: un centro polifunzionale nato dal recupero del vecchio stabilimento, oggi sede di convegni, esposizioni ed eventi culturali.

Dopo un entusiasmante tour turistico, non c’è luogo migliore per ristorarsi di una delle tante cioccolaterie storiche, ospitate sotto i maestosi portici del centro. Difficile resistere al richiamo di praline, gianduiotti ed altre delizie al cioccolato. La lunga e sapiente tradizione artigianale si esprime con prodotti di eccellente qualità, in grado di soddisfare i palati più esigenti. Provare per credere.

Hotel per Torino

Trova tariffe economiche | Confronta centinaia di alberghi lowcost