Forte dei Marmi

15 ottobre 2015

La perla della Versilia

Forte dei Marmi è considerata la perla della Versilia, la riviera della Toscana confinante con la Liguria. La sua fama è dovuta soprattutto alla bellezza e all’estensione degli stabilimenti balneari, caratterizzati da sabbia fine e da una sana distanza ombrellone/ombrellone che rende le giornate al mare piacevoli e godibili rispetto ad altre località in cui l’assembramento di turisti rende difficile rilassarsi, se non anche solo muoversi. Raffinato e lussuoso, il Forte, come viene denominata confidenzialmente la cittadina, è meta di vip e personaggi del mondo dello spettacolo, che non sarà difficile incrociare sul lungomare o in centro. Ma non correte a chiedere autografi o selfie perché chi la frequenta lo sa: Forte dei Marmi è nota per il riserbo e la discrezione. Insomma incontrare un vip è normale: vietato fare la figura dei provinciali!
Eleganza e nonchalance sono gli abiti da vestire perché “qui il tempo è dei giorni che passano pigri”, come cantava Gino Paoli nella sua “Sapore di mare”, colonna sonora del mitico film omonimo, ambientato negli anni sessanta e girato proprio in questa località, con la coppia De Sica – Calà a farla da padroni. Un mood che rimane azzeccatssimo anche cinquant’anni dopo: al Forte si respira tuttora un’aria vintage, il tempo sembra essersi fermato e “La Capannina” di Franceschi, nata nel 1929, rimane tuttora il locale simbolo, nonostante, o forse proprio in virtù dell’atmosfera rétro. Il dolce far niente regna incontrastato: qui si gira sempre in bicicletta, pedalando lentamente per raggiungere il centro o il lungomare, prima di un tuffo rinfrescante. Gli stabilimenti sono ideali per la quiete delle famiglie e per le coppie, che appaiono verso fine mattina, mentre i gruppi di amici protagonisti della movida notturna di solito fanno la loro comparsa nel pomeriggio per sfidarsi in una partitella di pallone sul bagnasciuga o per delle gare di surf, da alcuni anni diventato uno sport molto praticato da queste parti, insieme al tennis, al golf e all’arrampicata sulle vicine Alpi Apuane. Ci sono poi tre o quattro appuntamenti imperdibili al Forte: a colazione o a merenda è d’obbligo fare un salto da Valé per assaggiare le storiche focaccine ed è consigliabile non farsi scappare un frullato di frutta o un budino di riso da Principe. Il mercoledì non si può perdere il mercatino di Piazza Marconi, che espone firme e articoli di artigianato (in pelle, cashemere, pizzo) a prezzi scontatissimi, davvero un’eccellenza del luogo se il suo successo ha spinto il consorzio dei venditori a renderlo itinerante, per farcelo ritrovare in tour in alcune città italiane nel corso dell’anno. Alle 18.00, tutte le sere, per gli amanti della cultura è possibile recarsi alla Versiliana, la villa di D’Annunzio, ora adibita a luogo di presentazioni di libri e a interviste a personaggi del mondo dello spettacolo. L’iniziativa quotidiana è chiamata “Il Caffè” anche perché al bar della villa, immerso nella pineta, è possibile gustare – insieme a un buon caffè – una varietà di torte fatte in casa davvero uniche. Arrivato il momento della cena ci si trova di fronte a una scelta: in casa (propria o di amici) per esercitarsi nel sempre piacevole rito del barbecue, oppure in uno dei ristoranti di pesce della città come “Lorenzo”, il “Maitò”, il “Tre Stelle” o il “Bambaissa Beach”. E finalmente arriva la notte e qui – è gioco forza – gli interessi divergono e le uscite si differenziano: per i giovani la scelta di solito è tra un salto a Marina di Pietrasanta al Twiga Beach, alla Bussola di Focette, alla Capannina o a una piccante festa sulla spiaggia. Per i più tranquilli è possibile tornare alla Versiliana per assistere agli spettacoli serali, pièces teatrali o piccoli concerti. Per le famiglie spesso vince la classica passeggiata in piazza con le giostre per i bambini e un gelato o, se i bambini sono già grandini, un bel cinema all’aperto. Non abbia timore chi ama l’arte e non vuole trascorrere una vacanza solo spaparanzato al sole, perché troverà ugualmente pane per i suoi denti. Forte dei Marmi dista solo un’ora di macchina o poco più da Lucca, Pisa e Firenze. E dista solo dieci minuti da una cittadina artistica poco nota, culla della scultura e residenza estiva di Botero, punteggiata di gallerie, laboratori d’arte, ristorantini ed enoteche speciali: Pietrasanta. Una vacanza a Forte dei Marmi non scontenterà dunque nessuno, perché davvero raccoglie il meglio delle attività che in estate amiamo praticare: dall’ozio assoluto al turismo culturale, dal relax puro allo sport estremo, dalle serate in compagnia alle nottate simbolo della movida nazionale.

Hotel per Forte dei Marmi

Trova tariffe economiche | Confronta centinaia di alberghi lowcost