Reykjavik

13 settembre 2015

Un paesaggio naturalistico d'eccezione

Un viaggio a Reykyavik non può mai deludere, che sia per vacanza, da trascorrere tra avventura e momenti di relax, o per lavoro. La capitale dell’Islanda, per quanto piccola, con i suoi circa 120 mila abitanti, rappresenta il cuore della cultura, dello svago e dell’economia isolana, con un tasso altissimo di vivibilità ed un rapporto tra cittadini ed ambiente tra i migliori al mondo. Non c’è da meravigliarsi, perciò, se questa città sta ultimamente esercitando un notevole fascino tra i giovani di tutta Europa, soprattutto per le innumerevoli possibilità di divertimento che riserva. Le attrattive ed i luoghi di interesse sono davvero tanti.

Un paesaggio naturalistico d’eccezione

I viaggiatori che amano paesaggi romantici e spazi all’aperto, e che adorano trascorrere del tempo facendo lunghe passeggiate tra le meraviglie della natura, a Reykjavik avranno l’imbarazzo della scelta. Per ristorarsi dal viaggio e rimettersi in forza, prima di lanciarsi ad esplorare la città, non c’è niente di meglio di una tappa a Nauthòlsvìk, una spiaggia geotermale aperta nel 2001 e che da allora accoglie una media di 530 mila turisti all’anno. Si tratta di una laguna di sabbia dorata in cui le acque fredde del mare e quelle calde, grazie all’azione del vulcano Eyjafjoll, si fondono, dando vita ad una sorta di vasca da bagno climatizzata a 38 gradi e regalando un’esperienza di estasiante relax. Il posto è l’ideale anche per i bambini, che non si annoieranno, perché troveranno distrazioni e divertimento nell’attrezzato parco giochi presente in loco. Altra esperienza da non perdere, se si adorano natura ed animali, è quella dell’osservazione del passaggio delle balene, il whale watching. Dall’inizio di maggio fino a tutto il mese di agosto, questi cetacei attraversano il Mar Artico per dirigersi verso le coste meridionali dell’isola. Da Reykjavik, ogni giorno e per tutto il periodo estivo, partono barche che conducono i turisti ad osservare questo evento eccezionale.

Sport e avventure per tutti i gusti
Gli sportivi incalliti, che non riescono a fare a meno dello sport neanche in vacanza, qui troveranno il paradiso. Gli appassionati della bicicletta potranno iscriversi ad un bike tour: percorsi studiati ad hoc per i ciclisti di ogni tipo, con servizio di guida turistica inclusa, per visitare Reykjavik in bici. Un’esperienza fuori dall’ordinario può essere vissuta dai golfisti: stare in campo a mezzanotte! In Islanda, infatti, non è mai completamente buio in estate e, anche nelle ore più tarde, la luce resta crepuscolare. Numerosi sono i club che organizzano partite notturne, sia con percorsi a 9 buche che a 18; basta prenotare in tempo.

In giro per la città: musei e shopping fino a sera
Non si può soggiornare a Reykjavik senza aver visitato il centro, con i suoi tantissimi musei e luoghi d’arte, i suoi negozi di design ed i bar, vivaci fino a sera. La convivenza tra natura ed opera dell’uomo è ciò che immediatamente colpisce ogni visitatore; le case di legno colorato si alternano agli edifici in muratura, il tutto immerso in una natura onnipresente, anche in pieno centro urbano. Dopo essere passati dal Mioborg, il cuore della città che brulica di ragazzi in skateboard, ed dopo aver ammirato il palazzo dell’Althing ed il Parlamento con la sua architettura futuristica, vale la pena raggiungere il Museo Nazionale d’Islanda, ricco di reperti di storia islandese del periodo medievale risalente ai Vichinghi. Altra tappa degna di nota è quella dell’Aurora Reykjavik, un centro dove si possono ammirare tutte le luci del Nord, tra cui l’aurora boreale, e apprenderne le origini. Dopo tanta cultura, ci si può scatenare nello shopping sulla strada del Laugavegur, dove è possibile non solo fare compere all’interno delle grandi catene internazionali, ma anche imbattersi nei centri commerciali islandesi, come Kringlan e Smaralindin, e nelle boutique più esclusive, che espongono prodotti di importanti designers.

Bar e vita notturna nella città più calda del Nord Europa
Questo è il luogo perfetto per la vita notturna, con 50 bar e locali soltanto nel centro storico che, nel fine settimana, restano aperti fino alle 5 del mattino. I giovani del posto preferiscono uscire molto tardi, verso la mezzanotte, e divertirsi passando di locale in locale. Nonostante ciò, il consumo di alcool non risulta elevatissimo, forse per le alte tasse che gravano sugli alcolici. Se l’intenzione è quella di trascorrere una serata all’insegna della birra, c’è da mettere mano al portafoglio; il prezzo di una pinta può arrivare anche ai 9 euro! Gli amanti della musica rock non potranno farsi sfuggire una puntata al Bar 11 o all’Austur, mentre chi predilige atmosfere più sofisticate può raggiungere il Vinnbarin o il Cafè Rosenberg. Il divertimento non mancherà a nessuno!

Hotel per Reykjavik

Trova tariffe economiche | Confronta centinaia di alberghi lowcost