Carnevali d’Italia, alla scoperta delle antiche feste popolari

20 febbraio 2017

Dalla Val d’Aosta alla Lombardia, dalla Toscana alla Sardegna: l’Italia si veste a festa, pronta ad ospitare i carnevali, tra maschere, scherzi e mille colori!
Il carnevale si festeggia ovunque, in ogni regione, città o paesino che sia. Se volete buttarvi nella mischia, ogni destinazione è buona. Va da sé che le feste più famose rimangono le più gettonate. Ma non fatevi trarre in inganno! Sono i carnevali meno conosciuti quelli che più di tutti possono incantare, perché più autentici, meno contaminati dal business turistico, e più fedeli alle tradizioni. Pronti a scoprire le tradizioni più antiche? Alcune, pensate, affondano le radici negli albori della cristianità. Vediamone alcune!

I carnevali meno conosciuti e più caratteristici d’Italia

Il carnevale della Coumba Freida – Valle d’Aosta

Il carnevale della Coumba Freida prende il nome dalla fredda valle del Gran San Bernardo: nel periodo più allegro dell’anno sfila, tra i borghi montani, la benda, cioè il corteo dei figuranti. Tutti indossano le maschere vesajie e vestiti nelle uniformi landzette, in ricordo di quelle scarlatte napoleoniche che si dice passarono di qui nell’800, addobbate con tanto di pizzi, mostrine, campanelle e specchietti per scacciare gli spiriti maligni. La tradizione vuole che i mascherati bussino alle case, offrendo agli abitanti allegri riti propiziatori in cambio di calda ospitalità.

Il carnevale di Oristano – Sardegna

Ad Oristano, in Sardegna, il Martedì Grasso, davanti all’antica Cattedrale di Santa Maria Assunta, si svolge la Sartiglia. Si tratta di un gioco che vede coinvolti centinaia di cavalieri vestiti in tipici abiti sardo-spagnoli, intenti a trafiggere stelle di latta sospese in aria, per propiziare buona sorte e prosperità. Ad aprire i giochi, esibendosi per primo, è il Su Componidori, un cavaliere che indossa una maschera lignea bianca e inespressiva.
Questa festa continua con la benedizione sulla folla e sui cavalieri, che si cimentano poi in una acrobatica corsa equestre, per la gioia di grandi e piccini.

Il carnevale di Mamoiada – Sardegna

Uno dei carnevali meno conosciuti e più caratteristici d’Italia è quello antichissimo di Mamoiada, nella Barbagia, risalente secondo alcuni addirittura all’età dei nuraghi. Le maschere che sfilano rimandano a figure spaventose ed ancestrali, come quella dei Mamuthones, i cui figuranti sfilano lentamente indossando pelli ovine, inquietanti maschere nere e tante campanelle tra cui una dal peso di 30 kg. Questi sono seguiti dagli spettrali Issohadores, con maschere bianche e giubbe rosse, che, danzando, catturano con i loro lacci le fanciulle per propiziare loro salute e fertilità.

Il Carnevale Ambrosiano di Milano – Lombardia

La maschera di Meneghino, generoso servitore che si burla dei nobili, con il lungo soprabito di velluto, le calze a righe bianche e rosse ed il cappello a tre punte, anima il Carnevale Ambrosiano di Milano. Questa festa si svolge più tardi rispetto agli altri carnevali, in quanto si racconta che Sant’Ambrogio chiese alla cittadinanza di rimandare l’inizio della Quaresima, in attesa che egli rientrasse da un pellegrinaggio.
Meneghino sfila per le vie della città, in un corteo allegro e colorato, fino ad arrivare alla bellissima Piazza Duomo in festa.

Carnevale di Foiano – Toscana

Altro carnevale poco conosciuti ma di lunga tradizione è quello toscano di Foiano, nell’aretino, che vanta una storia di ben cinque secoli. Il carnevale e i suoi festeggiamenti, che animano le strade di questo caratteristico borgo, sono celebrati per cinque domeniche in onore di re Giocondo, il cui fantoccio apre il corteo composto da quattro carri allegorici, uno per ogni fazione del paese. Il rogo del re nella piazza principale del paese chiude il carnevale, e avviene in modo assai solenne: dopo che vengono enunciati gli avvenimenti positivi e non dell’anno, come se fosse un testamento, inizia il funerale del re Giocondo, a simboleggiare la fine dell’inverno.

Hotel per Carnevali d’Italia, alla scoperta delle antiche feste popolari

Trova tariffe economiche | Confronta centinaia di alberghi lowcost

Lascia Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi utilizzare questi tags e attributi HTML :

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>